arjun-appadurai

Arjun Appadurai

Nella maggior parte delle scienze sociali, l’ordine sociale non è considerato un prodotto primario, bensì un sottoprodotto di comprovati sistemi di etichetta, di regole, di religioni o di una loro combinazione. E in genere, i sottoprodotti non vengono considerati come il risultato di un progetto.


Arjun Appadurai è un antropologo statunitense nato a Bombay (India) nel 1949, docente di Media cultura e comunicazione alla New York University è considerato uno dei massimi esponenti degli studi postcoloniali. La sua riflessione antropologica si fonda su ricerche etnografiche con la selezione di alcuni fatti culturali per arrivare a considerazioni su concetti come modernità e globalizzazione, nel tentativo di comprendere le relazioni tra modernizzazione come evento e modernizzazione come teoria.

L’analisi di specifiche dinamiche culturali della globalizzazione ha portato Arjun Appadurai ad allontanarsi dall’idea di terreno come spazio delimitato e sicuro, per approdare in un’antropologia multi-situata dedita allo studio delle connessioni e delle ramificazioni. Studio che restituisce esperienze di relazioni inedite dell’identità e della cultura con la produzione di nuovi ambiti dell’immaginazione.

Da qui l’uso di termini con suffisso scape (in italiano orama) per assegnare una dimensione relazionale e prospettica dei flussi globali: ethnoscapes (etnorami) come migrazioni e diaspore umane; mediascapes (mediorami) come flusso dei simboli; technoscapes (tecnorami) come movimento delle tecnologie; finanscapes (finanziorami) come movimento del denaro; ideoscapes (Ideorami) come flussi di idee.

Maggiori pubblicazioni di Arjun Appadurai:

  • Modernità in polvere, 2001;
  • Sicuri da morire, 2005;
  • Il Futuro come fatto culturale, 2014.


Ciao, sono Sergio Straface e sono un Antropologo. Mi occupo di ricerca etnografica e lavoro nel Marketing e nel Management dei Beni Culturali e del Territorio. Qui scrivo di tradizioni popolari e folklore – ricette e food – religiosità popolare – reportage – comunità storico-linguistiche calabresi – abbazie, chiese, conventi e santuari… insomma tutto quello che ha a che fare con l’universo etno-antropologico soprattutto in Calabria. Vai al Blog

Leggi anche
0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *