carnevale

Carnevale

Il Carnevale è una festa che si celebra il martedì grasso, l’ultimo giorno della settimana del carnevale (settimana dei 7 giorni grassi), giorno che anticipa il mercoledì delle ceneri segnando di fatto l’inizio del periodo di Quaresima.

Il periodo di Carnevale è il periodo del rovesciamento dei ruoli sociali, definito anche rito d’inversione, tempo del mondo alla rovescia, le cui origini pare siano incerte. Si è infatti ritenuto che Carnevale derivi da carnes levare (togliere le carni), o carni vamen (sollievo alla carne) e ancora cani vale (carne addio), così come sono dibattute le interpretazioni sul suo significato: secondo alcuni si tratta di una valvola disfogo politico e di controllo sociale, per altri, invece, è un rito di propiziazione agricola.

In ogni modo l’antropologo Victor Turner scrive: in realtà, il Carnevale sta in un luogo che non è alcun luogo e in un tempo che non è alcun tempo. […] Perché le piazze, i viali e le strade della città diventano il rovescio del loro io quotidiano. L’antropologo Luigi Maria Lombardi Satriani, invece, in un’ottica più complessa così si esprime: si tratta di conquistare il plurale, capire perciò che non c’è il Carnevale, ma i Carnevali.

Benché oggi il Carnevale pare abbia perso suo significato originario, conserva ancora molti degli antichi connotati così, e in questi termini, è giusto considerare il Carnevale non solo festa e spettacolo, ma nella sua totalità quindi anche e soprattutto tradizione, rito, storia e antropologia. Si tratti, infatti, di un periodo di rinnovamento simbolico con la sospensione provvisoria delle usanze abituali, degli obblighi sociali e delle gerarchie, un rovesciamento dell’ordine che riemerge, che rinasce a termine del periodo festivo.

In definitiva il Carnevale è una festa comunitaria, è il periodo della trasgressione, della sovrabbondanza, degli eccessi, degli sprechi, del paradossale, del grottesco. Durante questo periodo è consentito trasgredire la regola, superare i limiti e soddisfare i bisogni naturali come il mangiare e il bere, ma anche l’accoppiamento e la morte. Il Carnevale è un periodo di morte e di rinascita, periodo che nella cultura popolare segna l’inizio della nuova primavera.

Ciao, sono Sergio Straface e sono un Antropologo. Mi occupo di ricerca etnografica e lavoro nel Marketing e nel Management dei Beni Culturali e del Territorio. Qui scrivo di tradizioni popolari e folklore – ricette e food – religiosità popolare – reportage – comunità storico-linguistiche calabresi – abbazie, chiese, conventi e santuari… insomma tutto quello che ha a che fare con l’universo etno-antropologico soprattutto in Calabria. Vai al Blog

Leggi anche
0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *