Rutigliano. La città d'arte e dei fischietti di terracotta

Rutigliano

Rutigliano, la città d’arte, dell’uva e dei fischietti di terracotta…


Rutigliano è una città di oltre 18.000 abitanti in provincia di Bari in Puglia conosciuta come città dell’uva, capitale dei “Fischietti di Terracotta” e fregiata nel 2010 del titolo di Città d’arte in rapporto al suo inestimabile patrimonio storico, artistico e architettonico. Ritrovamenti archeologici attestano come le origini di Rutigliano siano antichissime come gli insediamenti di Azetium, di Bigetti e di Minerva.

L’attuale nucleo urbano di Rutigliano nasce in epoca medievale, di seguito i Normanni trasformarono la città da locus a castellum Rutiliani ristrutturando e ampliando una primitiva fortificazione probabilmente di epoca Bizantina. Di seguito subentrarono prima gli Svevi e poi gli Angioini.

Tra le principali occasioni tradizionali e festive si ricorda la festa di Sant’Antonio Abate con la Fiera dei fischietti in Terracotta di San Leo (patrono di Rutigliano) e il rito Pass a pass il lunedì dell’Angelo presso la Chiesa rurale della Santissima Annunziata, una particolare forma di comparatico.

Rutigliano conserva un eccezionale borgo medioevale che custodisce numerosi beni culturali di assoluto interesse storico-artistico e antropologico come il Castello Normanno con tre torri da cui spicca l’imponente Torre Maestra conosciuta come torre Normanna, le mura di cinta e le tre porte d’accesso. E ancora, la Chiesa collegiata di Santa Maria della Colonna e San Nicola del 1059 a tre navate e con cupola barocca, la Chiesa di Sant’Andrea o di Santa Chiara con il Convento delle Monache Clarisse del XVI secolo, la Chiesa di San Vincenzo o di Sant’Anna), la Chiesa di San Gregorio Magno o del Purgatorio Vecchio del XVII secolo, la Chiesa dell’Immacolata o del Purgatorio Nuovo del XVIII secolo. Particolarmente interessanti sono anche le numerose architetture civili.

Rutigliano è sede anche di numerosi e pregevoli musei come il Museo del Fischietto in Terracotta “Domenico Divella”, il Museo Civico Archeologico “Grazia e Pietro Didonna”, Museo Capitolare Ecclesiastico “Santa Maria della Colonna”, il Museo del Gioco, l’Archivio Capitolare Ecclesiastico “Santa Maria della Colonna” e l’Archivio Storico Comunale – seminterrato del Municipio.


Ciao, sono Sergio Straface e sono un Antropologo. Mi occupo di ricerca etnografica e lavoro nel Marketing e nel Management dei Beni Culturali e del Territorio. Qui scrivo di tradizioni popolari e folklore – ricette e food – religiosità popolare – reportage – comunità storico-linguistiche calabresi – abbazie, chiese, conventi e santuari… insomma tutto quello che ha a che fare con l’universo etno-antropologico soprattutto in Calabria. Vai al Blog

Articoli su Rutigliano
0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *